Cataplasma di argilla

1263

Fare un cataplasma di argilla nell’area del collo può alleviare il fastidio causato dal gozzo e lenire l’infiammazione. L’argilla infatti è ricca di minerali e ha proprietà antiinfiammatorie.

Procedimento

  1. Mettere l’argilla in un recipiente di vetro o terracotta.
  2. Aggiungere acqua a temperatura ambiente fino ad ottenere un impasto con la consistenza di una pomata.
  3. Stendere l’impasto su di un telo in lino o cotone (è sconsigliato l’utilizzo di tessuti sintetici e/o spessi).
  4. Lo strato può variare da un minimo di 0,5 cm ad un massimo di 2,0 cm. Il telo deve avere una dimensione tale da coprire la parte del corpo su cui si vuole applicare il cataplasma. Al di sotto del telo è consigliato porre un giornale, così da poter assorbire l’umidità in eccesso.
  5. Applicare il cataplasma a contatto con la pelle sulla zona interessata, lasciando esternamente il telo ed il giornale.
  6. Fissare il tutto con un altro telo di cotone ed in ultimo ricoprire con un panno in lana.
  7. Dopo la rimozione del cataplasma, frizionare con acqua fredda la zona interessata.

NB. Il cataplasma si deve applicare lontano dalla digestione.

Videotutorial

Ecco un videotutorial che mostra come applicare un cataplasma sull’addome, da prendere come ispirazione per applicare l’argilla sul collo.

Fonte: Soc. Coop. Mogliazze arl