Come rinforzare naturalmente il sistema immunitario

968

Il sistema immunitario è assai complesso e per funzionare adeguatamente ha bisogno di equilibrio. Laddove questo viene a mancare si verificano problemi di salute fra cui le malattie autoimmuni e quindi il morbo di Basedow. In questi casi è fondamentale controllare i sintomi della malattia seguendo la terapia convenzionale oppure una terapia alternativa, ma anche preoccuparsi del sistema immunitario, che è alla radice del problema. Contrariamente a quanto si può pensare, supportare specifiche aree del sistema immunitario può in realtà aiutare la malattia ad andare in remissione invece che peggiorarla.
Anche se non ci sono studi scientifici che provano la correlazione fra stile di vita e funzionalità immunitaria, ciò non significa che non sia possibile potenziare l’immunità attraverso una dieta sana e moderato esercizio fisico. Ecco alcune cose che puoi fare per dare una sferzata di energia al tuo sistema immunitario.

Scegli alimenti ricchi di proteine di qualità.
Una dieta sana e ricca di proteine permette al midollo osseo (la zona dove vengono prodotti i globuli bianchi) di ottenere abbastanza nutrienti. Alcune fonti di proteine sono la carne magra, il pesce, il pollame, le uova, il formaggio e il latte biologico. Se non vuoi prendere i cibi di origine animale, ci sono degli alimenti vegetali che apportano un buon quantitativo di aminoacidi, come i semi di canapa, la quinoa e le mandorle.

Mangia aglio.
L’aglio è un agente antimicrobico ad ampio spettro, oltre che un potenziatore del sistema immunitario. Il calore disattiva l’ingrediente chiave, l’allicina, quindi è consigliato aggiungerlo al cibo subito prima di servire.

Prendi abbastanza grassi buoni.
Evita i grassi saturi, perché aumentano il rischio di malattie cardiovascolari. Mangia alimenti a base di grassi insaturi che aiutano l’assorbimento delle vitamine solubili nel grasso. Buone fonti di questi grassi sono l’avocado, il cocco, le noci e il burro.

Mangia funghi.
Studi dimostrano che i funghi aumentano la produzione e l’attività dei globuli bianchi, rendendoli più aggressivi. I funghi migliori in questo senso sono shiitake, maitake e reishi, che per altro si sono dimostrati utilissimi nelle terapie immunomodulanti per le malattie autoimmuni della tiroide.

Non consumare troppi carboidrati.
Adeguate quantità di cereali danno energia al corpo per produrre globuli bianchi. Tuttavia, un eccesso di questi alimenti porta alla riduzione dei linfociti T, abbassando quindi la risposta immunitaria.

Assumi alimenti ricchi di selenio.
Il selenio si trova in buone quantità nei molluschi come le ostriche e le vongole, e nei crostacei come l’aragosta e il granchio. Il selenio, oltre ad essere necessario per la salute della tiroide, aiuta i globuli bianchi a produrre citochine, proteine che aiutano a liberarsi dai virus influenzali. Chi è ipertiroideo deve fare attenzione al consumo di cibo di mare per il contenuto di iodio. Qui la lista degli alimenti ricchi di selenio.

Scegli cibi ricchi di antiossidanti.
Vitamine, minerali e altri nutrienti aiutano a riparare le cellule danneggiate nell’organismo. Esempio di antiossidanti sono il beta-carotene, la vitamina C ed E, lo zinco e il selenio. Questi nutrienti si trovano in alcuni tipi di frutta e verdura, ma possono anche essere presi come integratori.

Mangia cibi ricchi di zinco.
Lo zinco è uno degli componenti più importanti degli enzimi presenti nei globuli bianchi, e una carenza di questo minerale può portare all’indebolimento del sistema immunitario. Alcune buone fonti di zinco sono le ostriche, la carne rossa, i fagioli, le noci e il cibo di mare. Qui la lista degli alimenti ricchi di zinco.

Prendi i probiotici.
I probiotici sono microorganismi buoni che aiutano l’intestino a rimanere in salute e lo tengono libero dai germi patogeni. Una flora intestinale sana permette di modulare l’immunità attraverso la dieta. I probiotici si trovano sotto forma di integratore ma li troviamo anche nello yogurt e nel kefir. Uno studio dell’università di Vienna dimostra che 200 grammi di yogurt sono altrettanto efficaci nel potenziamento immunitario di una pastiglia.

Prendi abbastanza rame.
Anche se al corpo servono solo minuscole quantità di rame per rimanere in salute, questo oligoelemento ha un ruolo fondamentale nella funzionalità immunitaria e metabolica, oltre che nel neutralizzare i radicali liberi. Il rame si trova nelle frattaglie, nelle verdure a foglia verde e nei cereali. Qui la lista degli alimenti ricchi di rame.

Assumi alimenti ricchi di vitamina C.
La vitamina C aumenta i globuli bianchi e migliora l’efficacia delle cellule. Ha anche proprietà antiossidanti e previene la distruzione dei globuli bianchi esistenti. Oltre agli integratori, puoi ottenere la vitamina C dalla arance, dalle bacche, dai broccoli, dalle pesche nettarine, dalle fragole, dai peperoni, dai pomodori e dal cavolfiore.

Fai regolare esercizio fisico.
Dieci minuti di camminata qualche volta al giorno migliorano la salute cardiovascolare e riducono notevolmente l’incidenza di alcune malattie croniche. L’esercizio aiuta a far muovere più velocemente gli anticorpi e i globuli bianchi nel corpo, permettendo loro di individuare gli agenti patogeni con più facilità; in più, stimolare la circolazione può favorire il rilascio di ormoni che avvertono le cellule immunitarie in caso di necessità.

Smetti di fumare.
Fumare fa male a quasi tutti gli organi del corpo e danneggia il sistema immunitario. La nicotina si lega all’emoglobina in preferenza all’ossigeno, quindi viene portato meno ossigeno a tutte le cellule del corpo. Inoltre, espone a sostanze chimiche carcinogenetiche e catrame, che costringono il sistema immunitario ad un superlavoro promuovendo l’infiammazione e l’acidosi.

Limita gli alcolici.
Quando l’alcol viene metabolizzato dal corpo, porta alla formazione di agenti chimici nocivi che possono distruggere i globuli bianchi. L’alcol inoltre riduce l’assorbimento di molte vitamine e minerali, influendo quindi negativamente sulla quantità di linfociti.

Tieni a bada lo stress.
Lo stress cronico ha ripercussioni fisiche che possono influire negativamente sul sistema immunitario riducendone la funzionalità.

Fonte: CureJoy (articolo originale del dott. Janardhana Hebbar).